Home › Blog

Aggiornamenti, eventi e news di Fondazione CMT

A tavola! Ecco servita la vellutata di Topinambur

A tavola! Ecco servita la vellutata di Topinambur

Il topinambur, anche conosciuto come “rapa tedesca” o “carciofo di Gerusalemme”, è un tubero dalla consistenza simile a quella della patata e dal sapore affine a quello del carciofo. Apporta numerosi benefici all’organismo: grazie alla presenza di fibreantiossidantivitamine e sali minerali aiuta a ridurre i problemi di stitichezza e a favorire il corretto funzionamento dell’intestino. Inoltre, sostanze come le vitamine AC ed E, insieme a flavonoidi e carotenoidi contribuiscono a contrastare l’azione dei radicali liberi e a proteggere l’organismo dalle infiammazioni e dalle forme virali come l’influenza e il raffreddore.

 

Come cucinarlo?
Il topinambur può essere consumato sia crudo che cotto, preparato e servito come contorno, condimento oppure come piatto principale.
La nostra proposta consiste nella vellutata di topinambur, per un primo piatto light ma allo stesso tempo saziante!

 

Ingredienti:

  • 1 Kg di topinambur
  • Acqua q.b.
  • Olio q.b.
  • Salvia q.b.
  • Sale q.b.
  • Nocciole in granella q.b. (opzionale)

 

Preparazione:

  1. Pulire il topinambur dall’eventuale residuo di terriccio e pelarlo, tagliarlo a pezzetti della stessa dimensione e spostarlo in una pentola
  2. Versare nella pentola l’acqua fino a coprire completamente la verdura e aggiungere qualche foglia di salvia fresca
  3. Cuocere a fuoco medio mescolando spesso gli ingredienti, fino a quando l’acqua di cottura non sarà stata assorbita quasi del tutto
  4. Aggiustare di sale, levare le foglie di salvia e frullare con un mixer tutti gli ingredienti in modo da ricavare una crema densa e vellutata
  5. Impiattare e servire il piatto aggiungendo un filo d’olio extravergine d’oliva e, per chi lo desiderasse, delle nocciole in granella.

È possibile conservare la vellutata in frigorifero per 2-3 giorni in appositi contenitori ermetici; tenderà a scurirsi leggermente, ma questo non significherà che non sarà più buona, in quanto il topinambur per natura tende a cambiare colore successivamente una sua lavorazione.


Vuoi sapere altre ricette della Fondazione CMTClicca qui e scopri tutte le nostre proposte culinarie, ogni mese proponiamo piatti nuovi e salutari, con frutta o verdura di stagione come protagonisti, pensati per godere al 100% di tutte le proprietà che li caratterizzano.

Co-opera con noi

IL POCO DI TANTI PUÒ FARE TANTO: per la ricerca, per la cura, per sconfiggere il tumore.

REGALARE LA RICERCA È UN GESTO D'AMORE

CODICE FISCALE 96060410188

btnDonazione

DESTINA IL TUO 5XMILLE ALLA RICERCA

CODICE FISCALE 96060410188

btnDonazione

FAI UNA DONAZIONE

per i bonifici il codice iban è IT03I0569611300000020545X12

btnDonazione