Home › Blog

Aggiornamenti, eventi e news di Fondazione CMT

Cancro e inquinamento: in aumento i tumori infantili

Cancro e inquinamento: in aumento i tumori infantili

Uno dei mali più diffusi degli ultimi tempi: il cancro; una malattia che non risparmia nessuno, adulti o bambini che siano. Un convegno tenutosi il 19 settembre scorso a Roma ha come tema di discussione centrale proprio questo infelice argomento. Il titolo del convegno: "Emergenza cancro- fattori ambientali modificabili e stili di vita non corretti", lascia intendere il senso generale del problema, e come sia sempre più forte la correlazione tra fattori ambientali danneggianti e il sorgere della patologia.
Gli organizzatori del convegno esortano a una buona condotta di vita e alla salvaguardia dell'ambiente come modus operandi per prevenire l'insorgere del cancro. Tra i tanti partecipanti al convegno, figurano anche membri del Parlamento, studiosi e medici, tutti concordi sull'impatto che l'inquinamento ambientale e la crisi ecologica del pianeta ha sulla salute umana.


Dati drammatici. A patirne le sorti sono i più piccoli

Tra i dati emersi, si riscontra come una delle età maggiormente colpite dal cancro sia quella tra lo 0 e i 14 anni. Tanti sono i bambini che si ammalano di tumori, e tanti altri che non riescono a sconfiggere l'ardua battaglia. Tra le zone maggiormente colpite da questa situazione drammatica vi è il sud Europa, in particolare l'Italia, la Spagna e il Portogallo.
Questi dati risultano particolarmente sconvolgenti, dal momento in cui si tende generalmente a stigmatizzare l'idea secondo cui ad essere colpiti dal cancro siano maggiormente gli anziani. Un altro studio concorda con quanto affermato durante il convegno dello scorso settembre; l'Agenzia Europea di Ricerca sul Cancro asserisce che soltanto negli ultimi decenni questa patologia ha iniziato a colpire i bambini; tanto è vero che anni addietro si pensava che fosse una malattia rara da diagnosticare ai più piccoli.
Le stime vengono ferocemente ribaltante, portando alla luce una situazione tragica. Gli esperti forniscono anche un capro espiatorio; l'inquinamento. È stato certificato come lo smog, l'aria inquinata e un'aria non salubre conducano 5 ragazzi su 600 ad una triste sorte.


Come limitare i danni?

Esistono dei modi per limitare i danni di questo effetto inquinante che imperversa nella nostra società in maniera sempre più violenta; iniziamo col modificare i nostri acquisti, scegliendo prodotti non inquinanti e consumando alimenti preferibilmente biologici. Seguire una dieta corretta, priva di alimenti eccessivamente grassi potrebbe essere una delle possibili opzioni per riuscire a far fronte ad uno scenario così tragico.
La raccolta dei rifiuti o il semplice preferire bottiglie in vetro e non in plastica, rappresentano alcuni dei modi per contenere gli effetti devastanti dell'inquinamento atmosferico.
L'effetto serra è un altro elemento incriminato da studiosi ed esperti; esso comporta un progressivo surriscaldamento del pianeta provocando sbalzi di temperatura notevoli. Questa costatazione è pertinente dal momento in cui siamo noi a contribuire in maniera esponenziale al sorgere di questo fenomeno. Tutto torna, salvaguardare il pianeta terra, prendendo le giuste precauzioni può salvare la vita di tanti bambini e non solo. Un tema particolarmente dibattuto è la questione del tumore ai polmoni; a lungo alcuni studiosi hanno cercato di dimostrare una forte relazione tra smog e cancro ma gli esiti delle ricerche sono troppo deboli da poter dare una conferma in merito. Ciò che è certo è l'incidenza che lo smog e le polveri sottili hanno sull'infiammazione dei polmoni, tanto da far inserire questi elementi nei primi posti tra i fattori carcinogeni.
A patirne le sorti, secondo questi studi, sono i bambini che sempre più frequentemente vengono ricoverati d'urgenza e costretti a dure cure mediche salvavita. È bene che i genitori siano preparati e che sin dalla nascita dei loro piccoli li instradino ad uno stile di vita corretto. Certamente non tutti gli studiosi sono d'accordo con un tale prospetto; anche altri fattori contribuiscono all'insorgere di malattie di questo genere, come quelli genetici ed ereditari, ma sicuramente l'inquinamento rimane uno dei maggiori fattori contro cui puntare il dito.

Co-opera con noi

IL POCO DI TANTI PUÒ FARE TANTO: per la ricerca, per la cura, per sconfiggere il tumore.

REGALARE LA RICERCA È UN GESTO D'AMORE

CODICE FISCALE 96060410188

btnDonazione

DESTINA IL TUO 5XMILLE ALLA RICERCA

CODICE FISCALE 96060410188

btnDonazione

FAI UNA DONAZIONE

per i bonifici il codice iban è IT03I0569611300000020545X12

btnDonazione