Home › Blog

Aggiornamenti, eventi e news di Fondazione CMT

Dal laboratorio al paziente: la ricerca scientifica in campo oncologico

Dal laboratorio al paziente: la ricerca scientifica in campo oncologico

Cos’è la ricerca scientifica in campo oncologico?

La ricerca scientifica in campo oncologico è l’unico strumento che medici e ricercatori hanno a disposizione per migliorare la conoscenza dei tumori, imparare a prevenirli o diagnosticarli con rapidità e per migliorarne il trattamento.
Il metodo impiegato è quello scientifico basato su:

  • raccolta di informazioni
  • esecuzione di esperimenti
  • interpretazione dei risultati

 

Non si tratta di pratiche generiche e approssimate, ma di attività basate su regole precise che consentono di giungere a conclusioni concrete, oggettive e riproducibili.
Il padre del “metodo scientifico” è Galileo Galilei, che tra il Cinque e Seicento è stato il primo ad usare l’esperimento per validare le proprie ipotesi. La rigorosità di tale metodo risiede nel fatto che una teoria non è mai definitiva, ma è possibile modificarla nel caso in cui venissero alla luce nuovi aspetti prima non considerati. Il pensiero scientifico è quindi sottoposto ad una costante critica e non può mai dirsi del tutto concluso.


Gli obiettivi della ricerca scientifica
L’obiettivo ultimo di ogni progetto di ricerca scientifica condotta in campo oncologico è la cura di una tipologia di tumore. Si tratta però di un percorso lungo composto da diverse tappe; ognuna di esse rappresenta un particolare tipo di ricerca scientifica:

  1. ricerca di base: è il punto di partenza per tutte le successive scoperte cliniche ed è generalmente guidata dalla curiosità del ricercatore. Si svolge in laboratorio.
  2. Ricerca traslazionale: costituisce una sorta di ponte tra la scienza e la medicina. È il tipo d ricerca che ha l’obiettivo di verificare se una iniziale intuizione “di laboratorio” può effettivamente essere utile per la cura de cancro.
  3. Ricerca preclinica: è una fase di verifica, di una nuova cura contro il cancro o di strumenti clinici e diagnostici, in modelli sperimentali. È necessaria prima di passare alla sperimentazione sull’uomo.
  4. Ricerca clinica: si tratta di una fase di sperimentazione che coinvolge direttamente i pazienti. Inizia solo quando un nuovo trattamento o un nuovo strumento hanno ottenuto l’approvazione. 
  5. Ricerca epidemiologica: si basa su studi che hanno l’obiettivo di esaminare l’incidenza della malattia tra la popolazione e i fattori di rischio (soprattutto in relazione allo stile di vita). In questo contesto viene inoltre analizzata l’efficacia degli esami preventivi e degli screening.

 

Clicca qui e scopri i nostri progetti.

Co-opera con noi

IL POCO DI TANTI PUÒ FARE TANTO: per la ricerca, per la cura, per sconfiggere il tumore.

REGALARE LA RICERCA È UN GESTO D'AMORE

CODICE FISCALE 96060410188

btnDonazione

DESTINA IL TUO 5XMILLE ALLA RICERCA

CODICE FISCALE 96060410188

btnDonazione

FAI UNA DONAZIONE

per i bonifici il codice iban è IT03I0569611300000020545X12

btnDonazione